Accademia

 

                 

Nella convinzione che la Società, e con essa il Mercato, quello dei libri e dei giocattoli, così come quello dei servizi, necessitino di risorse umane appassionate, preparate e creative, l’Accademia è orientata a trasmettere il patrimonio di conoscenze e di esperienze di vent’anni di lavoro; è aperta a diplomati e laureati e a quanti, operanti già nel settore, intendono proseguire il loro percorso di formazione. La scuola è intesa quindi come luogo di studio e di scambio, luogo incui le esperienze non cessano di progredire e di confrontarsi.

Drosselmeier è il giudice padrino dei bambini nello Schiaccianoci del sommo E.T.A. Hoffmann, scrittore, musicista, disegnatore, poeta, giocattolaio, a cui la scuola rende omaggio.